Mer. Feb 28th, 2024
cubo di rubik senso di rotazionecubo di rubik senso di rotazione

Hai sempre trovato il cubo 3×3 molto complicato? In questo tutorial cercherò di spiegare passo dopo passo come realizzare un cubo di Rubik 3×3. Sapevi che ha più di 43 trilioni di combinazioni? Non lasciare che questo ti spaventi, useremo un metodo semplice che ti renderà facile metterlo insieme.

Come fare il cubo di rubik

Se all’inizio lo trovi molto complicato… non preoccuparti, appena ti eserciterai un po’, per te sarà facilissimo! Con questo metodo di base, risolveremo il cubo per strati. Inizieremo, prima, a completare lo strato superiore, poi quello centrale e infine l’ultimo. Quest’ultimo è solitamente il più complicato ma non impossibile.

Prima di cominciare! Hai un cubo di Rubik di buona qualità? Se hai speso molti soldi per il Rubik originale, siamo spiacenti di dirti che la sua rotazione lascia molto a desiderare e potresti disperarti quando provi a risolverlo e vedere che si blocca. Anche quelli che puoi acquistare al cinese nel tuo quartiere non sono una buona opzione, a loro succede la stessa cosa e possiamo assicurarti che può essere molto stressante se il cubo si blocca nel mezzo del gioco.

Notazione del cubo di Rubik

Prima di iniziare a descrivere i passaggi per risolvere il cubo di Rubik 3×3, conosceremo la notazione che utilizzeremo nei diversi algoritmi. Questo processo non è strettamente necessario, ma è altamente raccomandato, in quanto ti aiuterà a capirli meglio.

cubo di rubik senso di rotazione
cubo di Rubik senso di rotazione

Quando trovi la lettera normale (U) significa che il giro deve essere fatto in senso orario e quando la lettera ha l’apostrofo (U’) il giro sarà in senso antiorario. Possiamo trovare quanto segue:

U (su): strato superiore
D (Giù): livello inferiore
R (destra): mantello destro
L (sinistra): livello sinistro
F (anteriore): strato anteriore
B (posteriore): strato posteriore

Pezzi del cubo di Rubik

Prima di tutto, dobbiamo conoscere i diversi tipi di pezzi che compongono i cubi di Rubik. Nel caso del 3×3, come in tutti gli altri, è composto da tre tipi di pezzi ben differenziati: centri, bordi e angoli. Dobbiamo essere chiari sul fatto che ogni tipo di pezzo può essere solo nella sua posizione. Cioè, non importa quante mosse facciamo, non possiamo mai mettere un angolo nella posizione di bordo.

  • Centri: i centri di un cubo di Rubik sono pezzi che non si muovono mai, cioè non cambiano posizione. Questi sono fissati al centro di ogni faccia e segnano il colore della faccia. Ogni cubo ha 6 centri.
  • Bordi: il cubo 3×3 ha 12 bordi. Si trovano tra i vertici e sono costituiti da due colori.
  • Angoli: avremo un totale di 8 angoli e ognuno è composto da tre colori diversi.

In sintesi, abbiamo un totale di 26 pezzi, di cui 20 mobili (bordi e angoli). I restanti 6, come abbiamo indicato prima, sono i centri e indicheranno il colore con cui dovremo formare ciascuna faccia.

Strati del cubo di Rubik

Come accennato all’inizio di questo tutorial, nel metodo per risolvere un cubo di Rubik 3×3 per principianti, lo risolveremo per strati. Questi cubi sono costituiti da tre strati: superiore, centrale e inferiore. Scopriremo brevemente cosa dobbiamo fare in ciascuno di essi.

Nello strato superiore (che normalmente iniziamo con la faccia bianca, anche se puoi iniziare con qualsiasi altra) dobbiamo prima fare la croce e poi mettere gli angoli nella loro posizione corretta.

Nello strato centrale dovremo trovare i bordi che vanno in questo strato e, tramite un semplice algoritmo, posizionarli nella loro posizione corretta.

Nell’ultimo strato del cubo di Rubik dovremo ripetere il procedimento che abbiamo fatto nel primo strato, ma eseguendo una serie di algoritmi per non smontare la parte che abbiamo già realizzato.

Dopo aver brevemente conosciuto cosa dobbiamo fare per risolvere il cubo di Rubik 3×3, vedremo in dettaglio i passaggi che faremo in ciascuno dei livelli.

Come realizzare la prima faccia del cubo di Rubik

Prima croce bianca

In questo primo livello inizieremo con la faccia bianca (anche se, come già accennato, puoi iniziare con qualsiasi faccia). La prima cosa che dobbiamo fare è una croce bianca, tenendo presente che dovremo rispettare il colore dei centri adiacenti. Questo passaggio non richiede alcun algoritmo specifico, è qualcosa di intuitivo che richiede solo un po’ di pratica per capire come si muovono i diversi pezzi attorno al cubo. L’illustrazione seguente riflette ciò che dobbiamo ottenere.

Di Luisa Vianello

Giornalista Freelance, scrittrice per passione, esperta scrittura articoli in chiave SEO su vari argomenti

© 2023 Comefarecosa.com - Credits by IWCom Agenzia Web - n.i.f. Y6392888Y