Mer. Feb 28th, 2024
come pulire un ombrellone da spiaggiacome pulire un ombrellone da spiaggia

Come ogni estate in Italia, l’ombrellone non può mancare nel nostro kit da spiaggia. In più di un’occasione può salvarci dall’intensità del sole o addirittura dal vento. Ma per sfruttarlo al meglio è necessario che sia adeguatamente mantenuto, a cominciare soprattutto da tutto ciò che ha a che fare con la sua pulizia.

È importante che ogni volta che lo usiamo, sia nelle migliori condizioni possibili. Nonostante sia solo una questione di estetica, non guasterebbe se, di tanto in tanto, facessimo uno sforzo e lo lavassimo seguendo questi consigli che vi proponiamo di seguito.

Come pulire un ombrellone da spiaggia

Prima di arrivare al punto, è necessario distinguere tra due tipi di ombrello. Da un lato troviamo quelli che consentono di rimuovere il coperchio, il che faciliterà il lavaggio; e quelli che hanno una copertura fissata alle aste e che non ne permettono lo smontaggio. Pertanto, la procedura di pulizia sarà completamente diversa.

Naturalmente l’ombrellone sfoderabile ci permetterà di pulire il tessuto più facilmente. Devi solo lavarlo seguendo le istruzioni del produttore. In generale questi ombrelli, il cui tessuto è sfoderabile, possono essere lavati senza problemi in acqua fredda e senza la necessità di utilizzare l’asciugatrice, poiché c’è il rischio che si danneggi.

Non dobbiamo preoccuparci dell’asciugatura, poiché la soluzione più comoda è riposizionarla sul supporto e lasciarla al sole. Per quanto possibile, sarebbe opportuno che si trovasse in un luogo senza troppo vento in modo che non si macchi nuovamente o che la polvere dell’ambiente finisca per macchiarlo.

Come pulire l’ombrellone quando il tessuto non può essere allentato

Tutto ciò che serve per lavare il tessuto è una bacinella con acqua, sapone neutro, una spazzola e un panno. Questo processo sarà fatto a mano, e per questo abbiamo bisogno di un posto spazioso, dove possiamo aprire l’ombrellone senza alcun problema.

Prepareremo una bacinella con acqua tiepida e sapone neutro. Prima di bagnarlo, è conveniente asportare tutta la polvere che si è accumulata, nonché i resti di sporco, sia nella struttura che nel tessuto. Per questo ci aiuteremo con uno straccio.

Con un pennello va strofinato energicamente su tutta la superficie per rimuovere le macchie che si stanno formando. Successivamente, sarà necessario passare nuovamente un panno umido per rimuovere il sapone e i resti di sporco.

La prossima cosa sarà lasciare l’ombrellone aperto ad asciugare al sole, senza la necessità di ricorrere ad alcun utensile per l’asciugatura.

Nel caso in cui non si disponga di un supporto per fissarlo, l’opzione più interessante è posizionarlo su un supporto con più morsetti. Dobbiamo cercare di non macchiarlo di nuovo una volta pulito.

Sebbene la maggior parte degli ombrelli siano realizzati in tessuto, sul mercato è possibile trovarne anche altri realizzati con materiali plastici. In tal caso, questo processo di pulizia sarebbe più semplice, poiché basterebbe passare un panno umido per rimuovere lo sporco o passare un tubo se abbiamo un giardino o uno spazio adatto per esso.

Come pulire un ombrellone sfoderabile

Il primo passo è quello di mescolare l’acqua tiepida con un po’ di detersivo in polvere o sapone neutro. Assicurati che si sciolga bene. Sarà solo necessario introdurre il tessuto nella soluzione che abbiamo preparato, prestando particolare attenzione soprattutto a quelle zone che possono presentare macchie più complicate da rimuovere. In qualche occasione saremo costretti a strofinare o addirittura ad aiutarci con una spazzola per farlo.

Successivamente, dovrai sciacquarlo bene con acqua e attorcigliarlo con le mani senza girarlo. Solo facendo forza per rimuovere l’acqua in eccesso che potrebbe avere. È il modo per evitare che il tessuto o il materiale di cui è fatto l’ombrellone venga danneggiato.

Quando pulire l’ombrellone

È normale che ti chiedi quando è meglio pulire l’ombrellone, alla fine dell’estate o all’inizio. La cosa giusta, infatti, sarebbe farlo a fine stagione balneare, in modo da averlo pronto per la prossima occasione.

Dobbiamo conservarlo, se possibile, in un luogo asciutto e completamente protetto con una copertura o plastica in modo da trovarlo completamente non inquinato la prossima volta che lo utilizzeremo.

In realtà un elemento con queste caratteristiche non necessita di molta manutenzione per tutto il servizio che può fornire. In estate, se siamo uno di quelli a cui piace godersi la spiaggia e il sole, possiamo usarlo tutti i giorni. Dobbiamo stare attenti quando lo utilizziamo, ma in linea di principio non dovrebbe darci alcun tipo di problema.

Il tipo di tessuto con cui sono realizzati gli ombrelli è molto comodo da pulire. Non richiede molto sforzo e basterà un po’ di acqua e sapone. Naturalmente, per le macchie più profonde, potremmo dover strofinare un pó.

Di Luisa Vianello

Giornalista Freelance, scrittrice per passione, esperta scrittura articoli in chiave SEO su vari argomenti

© 2023 Comefarecosa.com - Credits by IWCom Agenzia Web - n.i.f. Y6392888Y